Il nostro sito

Il nostro sito
Per info o richieste musicali 380 2399151 (+39)

venerdì 10 febbraio 2017

Serata cover, "Amara terra mia" è la canzone vincitrice

"Amara terra mia" è la canzone che ha vinto la serata delle cover. A interpretarla, il cantante albanese naturalizzato italiano che ha convinto pubblico e critica.
La sua interpretazione è, in effetti, stata tra le migliori ieri sera. La classifica finale, che ha visto Paola Turci al secondo posto e Marco Masini al terzo, ha reso giusto merito ai tre artisti.

Ma qual è la storia di "Amara terra mia"?

La canzone, scritta da Enrica Bonaccorti e Domenico Modugno, è stata interpretata dal Mimmo nazionale nel 1971 ed è la rivisitazione di un brano tradizionale abruzzese: è un canto d'amore di un emigrante per la propria terra.





Ermal Meta ha dichiarato di averla scelta perché è una canzone meravigliosa e rappresenta alla perfezione lo spirito dell'Italia e l'ha dedicata a tutti coloro che hanno dovuto lasciare la terra d'origine. Probabilmente è un po' anche la sua storia. Il brano è nel repertorio del giovane cantante già da qualche tempo. 




La minigonna e Tiberio Mitri a WikiRadio Oggi

I prossimi appuntamenti con WikiRadio Oggi, in onda tutti i giorni alle 11:30.

Sabato 11: La minigonna.

It was the girls on the King’s Road who invented the mini. I was making easy, youthful, simple clothes in which you could move, in which you could run and jump and we would make them the length the customer wanted. I wore them very short and the customers would say, "Shorter, shorter".

Sono state le ragazze della King's Road ad inventare la mini. Io stavo facendo abiti semplici e giovanili, con cui era possibile muoversi, con cui si poteva correre e saltare e li avrei realizzati della lunghezza voluta dalla clientela. Io li 
indossavo molto corti e la clientela diceva "Più corti, più corti". 

(Mary Quant)


Domenica 12: Tiberio Mitri.
Pugile e attore triestino, muore a Roma il 12 febbraio 2001: aveva 74 anni, ne avrebbe compiuti 75 a luglio. Malato di Alzheimer, fu travolto da un treno mentre vagava lungo i binari, probabilmente (come gli succedeva da mesi) in stato confusionale.
Tra i suoi successi, il titolo europeo dei pesi medi (nel 1949 e nel 1954). Da ricordare che, pur perdendo, resistette 15 riprese contro Jack La Motta nella sfida per il titolo mondiale. 
Al cinema ha recitato nel film "La grande guerra" di Mario Monicelli.