Il nostro sito

Il nostro sito
Per info o richieste musicali 380 2399151 (+39)

giovedì 17 agosto 2017

Nuova pagina: Pina Renzi



Vi informiamo che è on-line sul nostro sito una nuova pagina, quella dedicata a Pina Renzi, all'esordio attrice di teatro e cinema e in seguito anche cantante.
Nata nel 1901 e scomparsa nel 1984, ha avuto un nipote, Riccardo Mantani Renzi (1930-2013), che è stato attore e doppiatore. 

Trovate la biografia (curata da Simone Calomino) e la discografia al seguente link: www.ildiscobolo.net/biografie

venerdì 11 agosto 2017

Accadde Oggi: nel 2014 muore Robin Williams



L'11 agosto 2014 moriva, all'età di 63 anni, l'attore americano Robin Williams.

Era arrivato al successo, dopo il teatro,  tra la fine degli anni Settanta e l'inizio degli Ottanta interpretando il simpatico alieno Mork nella fortunata serie "Mork e Mindy".
Ma è con il ruolo del professor Keating nel film "L'attimo fuggente" del 1989 che diventa uno degli attori più famosi e amati di Hollywood. Nel 1998 vince il Premio Oscar come miglior attore non protagonista per "Will Hunting. Genio ribelle", in cui recita accanto a Matt Damon.

Interprete versatile, capace di passare da ruoli comici a drammatici, da film per famiglie a thriller, Williams aveva un passato da tossicodipendente, diversi problemi di salute alle spalle e nell'estate del 2014 aveva scoperto di essere malato di una patologia neurodegenerativa, spesso associata al Parkinson, che gli avrebbe lasciato pochi anni di vita e che causa allucinazioni. Per questo decise di togliersi la vita.

Noi lo ricordiamo così, in uno dei ruoli più intensi che abbia mai interpretato.











martedì 8 agosto 2017

Accadde Oggi: i Beatles ad Abbey Road



Compie 48 anni una delle foto più famose al mondo: l'8 agosto 1969 Iain MacMilan riprende i Beatles sull'attraversamento pedonale di Abbey Road. Sarà la copertina del disco omonimo che uscirà il 26 settembre dello stesso anno. 



La foto.
La foto alimenta da sempre la leggenda della presunta morte di Paul Mc Cartney. Il celebre Beatle, infatti, sarebbe morto tre anni prima in un incidente stradale e sostituito con un sosia. Secondo le teorie del complotto, i Beatles avrebbero "sparpagliato" indizi dappertutto per rivelare la morte di Paul, in particolare qui. Il gruppo attraversa la strada in fila, e gli abiti indossati dai quattro suggerirebbero secondo alcuni una processione funebre: apre John completamente vestito di bianco (sacerdote o forse angelo), Ringo con un sobrio completo nero che potrebbe far pensare al portatore della bara, Paul a piedi scalzi, con gli occhi chiusi, tiene la sigaretta con la destra pur essendo mancino (c'è però da dire che anche in una foto scattata nel 1964, perciò prima della presunta morte, e pubblicata nell'album Beatles for Sale, Paul tiene una sigaretta con la mano destra); e infine George in jeans e clarks potrebbe far pensare al becchino in abiti da lavoro per scavare la fossa. Paul, inoltre, è l'unico dei Beatles fuori passo rispetto agli altri, forse a simboleggiare la sua estraneità al vero gruppo. (fonte: Wikipedia)

In merito alle notizie sulla sua morte, Paul Mc Cartney ha dichiarato (con vero humor inglese): « Sono vivo e sto bene, e non mi interessa delle voci sulla mia morte. Ma se fossi morto, sarei stato l'ultimo a saperlo. »

80 anni di Dustin Hoffman

Il "laureato" più famoso del mondo compie oggi 80 anni!



Dustin Hoffman è stato il maratoneta, l'uomo da marciapiede, RainMan... e, tra gli altri, uno splendido Capitan Uncino in "Hook" (nel 1991 diretto da Steven Spielberg): ha vinto due volte il Premio Oscar come Miglior attore proagonista (nel 1980 per "Kramer contro Kramer" e nel 1989 per "RainMan. L'uomo della pioggia").

AUGURI, DUSTIN! 


domenica 6 agosto 2017

Addio al Maestro Bruno Canfora



Salutiamo Bruno Canfora, celebre direttore d'orchestra, arrangiatore, paroliere e compositore scomparso venerdì 4 agosto all'età di 92 anni.



sabato 5 agosto 2017

Accadde Oggi: nel 1962 muore la diva Marilyn



Il 5 agosto 1962 muore, all'età di 36 anni, la diva Marilyn Monroe. 
Vera icona di bellezza, attrice, cantante, modella e produttrice cinematografica, la Monroe venne ritrovata morta nel suo appartamento: causa della morte è probabilmente un'overdose di barbiturici. 
Le reali cause del suo decesso, però, non sono mai state del tutto chiarite. 


L'unica certezza è che Norma Jeane Baker rimane, a 55 anni dalla sua morte, un mito incancellabile. 


giovedì 3 agosto 2017

"La mente del chitarrista": il libro senza editore conquista il web



Se l'editoria è in crisi, forse il web può aiutare a risollevarla. Soprattutto quando un libro diventa espressione di una community numerosa come quella di “Chitarrafacile”: oltre 100.000 persone che ogni giorni di scrivono, si confrontano e costruiscono solidi rapporti di amicizia condividendo la passione da “non professionisti” per la chitarra.

Il libro in questione è “La Mente del Chitarrista”, di David Carelse, con prefazione di Andrea Braido, uno dei chitarristi più talentuosi del panorama musicale italiano, tornato ad esibirsi proprio pochi giorni fa sul palco di Vasco Rossi. Un libro auto-pubblicato, senza promozioni pubblicitarie, che in un mese ha venduto centinaia di copie e che resta saldo nella “Top20” per la categoria musica di Amazon.

David Carelse è uno dei “fenomeni del web”: già consulente di web marketing, ha poi unito le sue due più grandi passioni, chitarra ed internet, in un unico lavoro, proponendo online corsi innovativi, molto pratici, che permettono anche a chi pensa di essere negato, di poter cominciare a suonare la prima canzone molto semplice anche dopo solo la prima ora.

Ma il libro non parla solo di come imparare a suonare la chitarra, ma anche di come la pensano David e le migliaia di persone che lo seguono, per questo “La mente del chitarrista” è anche un percorso di condivisione, di passione e di impegno, impegno duro.

Forse è per questo che il libro è piaciuto tanto, non solo per le vendite, ma per la decine di condivisioni sui social e di recensioni piene di entusiasmo. In verità “La mente del chitarrista” non è un manuale per imparare a suonare la chitarra, ma per imparare a farcela, ad impegnarsi, a sfidare se stessi. La chitarra è certo ciò che ci accumuna, ma la protagonista del libro è la passione. - ha dichiarato David Carelse - Superare gli ostacoli della mente, il pessimismo di chi ti dice che non riuscirai mai, ecco il primo passo per imparare davvero a suonare. Ma anche per imparare davvero a vivere, a combattere per quello in cui si crede.”.

Suonare la chitarra rende le persone migliori e migliora la loro vita. Sembra una esagerazione, ma è davvero così: innanzitutto perché riuscire in una impresa che magari si desidera fin da ragazzi, è una pratica straordinaria per la propria autostima, e fa stare meglio di molte sedute dallo psicologo, costando anche molto meno! Poi perché la chitarra è uno strumento “sociale”, facile da trasportare, perfetto per una serata in spiaggia o a casa di amici. Contribuisce insomma anche a vincere una certa timidezza, a creare rapporti sociali ed amicizie.

Un libro insomma per tutti, anche perché secondo David “Il talento innato non esiste” (e se esiste fa la differenza solo ad altissimi livelli, non per chi vuole strimpellare o semplicemente divertirsi a suonare le proprie canzoni preferite).


La mente del chitarrista
Autore David Carelse
ISBN | 978-88-92610-93-4
Youcanprint Self-Publishing

Per acquisti: